Genoa, il mercato è fermo: perché?

Genoa, il mercato è fermo: perché?

Inutile nascondersi, il Genoa sta vivendo il momento più difficile della sua stagione. Momento, almeno temporalmente, coinciso con il mercato di riparazione: un’occasione che andrebbe dunque sfruttata. Peccato che stia avvenendo l’esatto contrario e, dopo le pesanti cessioni di Pavoletti e Rincon,  a Pegli siano arrivati solo giovani di talento in rampa di lancio non ancora pronti per il grande salto, un prestito secco, un attaccante di riserva da sempre discontinuo e un giocatore di grandi qualità ma assente da due anni dai campi di gioco. Insomma, fatta eccezione per Cataldi (buon giocatore ma solo di passaggio), nessun nuovo acquisto può risultare davvero utile a Juric nell’immediato. Per carità, gli arrivi di Morosini, Beghetto e Taarabt potrebbero rivelarsi ottime intuizioni per il finale di stagione o, più facilmente, per la prossima stagione ma il grifone sta soffrendo adesso. Peccato che, oltre all’arrivo ufficializzato ieri del difensore Landre (che andrà in prestito al Pisa) l’unico nome che circola con insistenza sia quello di Montoya. Anche questa trattativa però, sembra destinata a un epilogo negativo e, in questo momento, sembra difficile che il giocatore possa arrivare a Genova (quantomeno in questa sessione). Arrivati al 18 gennaio il mercato non ha ancora portato in dote un sostituto di Rincon e ad oggi sembra utopistico pensare che ogni problema possa essere risolto dal rientro di Veloso (nonostante la fondamentale importanza del portoghese nella formazione rossoblu) che avverrà a febbraio. Sono giorni importanti questi: la squadra deve dimostrare una reazione già stasera in Coppa Italia, la società deve fare altrettanto sul mercato.

Leave a Reply

*