Sampdoria: Cammino in Coppa infranto. La difesa necessita di rinforzi

Sampdoria: Cammino in Coppa infranto. La difesa necessita di rinforzi

Si infrange, è proprio il caso di dirlo, all’Olimpico il sogno Coppa Italia della Sampdoria. Le pochissime speranze di passare il turno cessano dopo mezz’ora di partita. Nei primi 30 minuti infatti c’è stato equilibrio, con la Samp che si difendeva e non disdegnava di andare avanti. Mettendo in alcune circostanze in difficoltà la difesa giallorossa. Ma oltre il palo di Muriel, gli attacchi blucerchiati si sono dimostrati sterili.

Scoccato il 30′ l’inerzia della partita è totalmente andata a favore della Roma, che meritatamente ha trovato il vantaggio, sfiorando anche il raddoppio.

2-0 che si è concretizzato all’inizio del secondo tempo, spegnendo cosi ogni minima speranza di rimonta. Un secondo tempo, da parte degli uomini di Giampaolo, bruttissimo. In totale balia dell’avversario, per quanto superiore, si è assistito ad una squadra passiva.

Il 4-0 dell’Olimpico conferma e apre definitivamente una crisi di gioco della Sampdoria. Come era capitato alla 5° giornata di campionato, a Bologna, e durata fino al Derby. Ora la situazione si ripete. Ma le colpe, in parte attribuibili certamente al mister, non possono essere solo di Giampaolo. A questa squadra mancano alternative valide in difesa. E la società, al momento, sembra essere cieca e non accorgersi di questa esigenza prioritaria.

Anzi si è lasciato andare via un altro difensore, Krajnc seppur mai utilizzato. E nomi di possibili rinforzi, Oikonomou a parte ma per il quale il Bologna pare intenzionato a tenerselo, non ne escono. Nelle ultime ore, inoltre, circola il nome di Quaison. Ditemi a cosa serve un altro trequartista?

E’ possibile che non si riesca a capire che la necessità è rinforzare un reparto, quello difensivo, che se manca Silvestre o Skriniar è costretto a giocare Palombo? Mentre per il resto della squadra, io non rinnego la bontà del mercato estivo, se non appunto la difesa.

Sono arrivati molti giovani che devono crescere. E la crescita deve essere graduale. Non si può sempre mettere in discussione l’operato di una squadra durante i momenti di difficoltà, fisiologici, e magari elogiarlo quando le cose vanno bene, perdendo di vista la reale caratura di questa squadra.

Serve equilibrio tra noi tifosi.

Leave a Reply

*