LE PAGELLE ROSSONERE : MILAN, CHE GODURIA!

LE PAGELLE ROSSONERE : MILAN, CHE GODURIA!

Primo derby tra Milan e Inter targato Cina. La stracittadina si mette male per il Diavolo, che spreca a inizio partita, ma riacciuffa il pareggio al novantasettesimo con Zapata. Ennesima prova di carattere per l’undici di Montella

Li e consorte con tanto di sciarpa del Milan, pronti per il derby

Il primo derby del Milan targato Cina non è stato per deboli di cuore. Dopo soli novanta secondi Bacca, ancora autore di una prova gravemente insufficiente, sbaglia il gol del possibile uno a zero sparandola in tribuna. Passano pochi minuti e il Diavolo conferma il buon inizio : pressing asfissiante e continue scorribande verso l’area nerazzurra che rischia ancora di finire sotto a seguito di un buon tiro di Suso deviato da Handanovic. Pochi istanti dopo tocca a Deulofeu, dopo l’ennesima sgroppata in fascia batte l’estremo difensore interista, ma è il palo a negargli la gioia del gol. Tre  occasioni e zero goal, brutto presagio: alla prima vera azione è infatti l’Inter a colpire e a passare in vantaggio con Candreva. Sfrutta una dormita di De Sciglio da cui Donnarumma è tratto in inganno e l’esterno interista insacca. Gelo tra i giocatori del Milan che restano imballati e accusano il colpo. Otto minuti dopo e’ infatti Icardi a portare a due le reti di vantaggio, mandando nello spogliatoio un Diavolo che si rammarica, giustamente,  per le occasioni iniziali.

La ripresa parte a favore dei cugini: prima Candreva, poi Perisic hanno la palla per “uccidere” la partita, ma non concretizzano. E’ qui che cambia l’inerzia del match.

Un Montella al settimo cielo abbraccia Zapata, autore del gol del pareggio in zona Cesarini

Il Milan ci crede e aumenta la pressione. Lotta e corre su tutte le palle. Deulofeu ci prova ancora ma Handanovic si supera. Segnali, comunque, che il gol è nell’aria. E’ infatti all’ottantatreesimo che Romagnoli insacca in spaccata e riapre le speranze del Diavolo. Mancano quindici minuti di fuoco ed è proprio al termine del recupero, dopo un continuo possesso palla, che il Milan, con Zapata, riacciuffa l’Inter sul due a due e fa impazzire San Siro.

Non poteva esserci prova di carattere migliore per la nuova dirigenza, un segnale ai nuovi proprietari per far capire quanto sia viva questa squadra e quanto ci creda alla corsa Europa. I cugini sono ancora dietro e il nostro destino è solo nelle nostre mani. Ora testa al prossimo match ragazzi!

Vediamo,invece,come si sono comportati nel dettaglio i nostri beniamini:

Donnarumma: 5,5 – Mai chiamato veramente in causa, viene ingannato da De Sciglio in occasione del gol di Candreva. Poteva comunque far qualcosa in più per ostacolare l’esterno nerazzurro anche se il peccato originale è del capitano del Milan. DISTRATTO 

De Sciglio: 4 – Un disastro. Oggi, anche se capitano, disputa una delle peggiori partite in Rossonero. Caro Mattia, se vuoi farti rimpiangere quest’estate,beh, non è la strada giusta. Colpevole su entrambi i gol e falla costante. Crea insicurezza in tutto il reparto. ECTOPLASMA

Romagnoli: 7 – Nel primo tempo cancella Icardi fino al gol, resta un po’ largo in marcatura ma non è comunque supportato dal reparto. Partita di fisico, testa e tecnica. Offre un assist al bacio per Bacca e segna il gol del pareggio. LEADER

Zapata: 7 – Partita concreta e ordinata come il compagno di reparto. Il gol nel finale è la ciliegina sulla torta, se la merita tutta. LOTTATORE

Calabria: 6 – Sufficiente in fase offensiva, insufficiente in copertura. Perisic è troppo per lui e si vede. Ha tempo per equilibrare le due fasi. FUTURO

Kucka: 5 – Irriconoscibile. Probabilmente aveva qualche problema fisico. Mai in partita. ASSENTE

Sosa: 6,5 – Non avesse il fisico di un ottantenne sarebbe l’uomo in più a centrocampo. Gioca bene e in maniera dinamica per un’ora. Esce dopo una visione celestiale che nemmeno Paolo Brosio. REGISTA

M.Fernandez: 6,5 – Bravo Mati! Nel primo tempo è il migliore a centrocampo. Pressa, inventa  e lotta su tutte le palle. Sta tornando ai suoi livelli. RINATO

Locatelli: 6,5 – Entra e contribuisce a cambiare la partita. Ci mette rabbia, qualità e quantità. INDEMONIATO

Suso: 5,5 – I gol nascono dai suoi calci d’angolo, per il resto del match non può essere continuo. Tra il rientro dall’infortunio e la gabbia preparata da Pioli non ha vita facile. INTERMITTENTE

Deulofeu: 7 – Corre a velocità doppia rispetto a tutti. Dovesse trovare più lucidità sarebbe devastante. Corre, offre assist e colpisce un palo. Cosa deve fare ancora ? Forse essere più concreto. CAMPIONE 

Bacca: 4 – Ci risiamo. Spreca un’occasione d’oro dopo novanta secondi. Poi il nulla, il vuoto pneumatico. Un giocatore che l’anno prossimo mi auguro di non vedere più in rosa. Giochiamo costantemente in dieci con lui in campo. Preferirei vedere Javi Moreno ed è tutto dire. FANTASMA

Lapadula: 6 – Entra come sempre con le fiamme negli occhi. Rispetto al compagno colombiano di reparto sa fare il numero nove e si vede. Prezioso il velo per Zapata in occasione del pareggio. Tranquillo Lapa, avrai le tue chance l’anno prossimo, sempre con il Milan. LEONE

Ocampos: s.v.

Montella : 6,5 – Unico appunto è l’ingresso tardivo di Lapadula. Che non lo veda è palese, ma cambierà, dopo questo derby, sicuramente opinione. Perseverare con Bacca sarebbe diabolico. L’Aeroplanino ha fatto rinascere questo Milan e dovrà essere sicuramente lui il nostro traghettatore in futuro. Ha trasmesso un carattere pazzesco a tutti i ragazzi. MAESTRO

 

Leave a Reply

*