Imbattibile Dumoulin: la "Farfalla" prende il volo e si tinge di rosa

Imbattibile Dumoulin: la “Farfalla” prende il volo e si tinge di rosa

Dumoulin a Montefalco

GIRO D’ITALIA – L’olandese Tom Dumoulin, soprannominato la “Farfalla di Maastricht”, annichilisce la concorrenza nella cronometro del Sagrantino

Il Giro d’Italia 100 ha un nuovo padrone, allo stesso tempo potente ma leggero, aggressivo ma elegante. Si tratta di Tom Dumoulin (Team Sunweb) che da Foligno a Montefalco, su e giù per i temuti colli del Sagrantino, demolisce la concorrenza nella prima prova a cronometro della corsa, conquistando una strepitosa vittoria di tappa che gli porta in dote anche la maglia rosa. Simbolo del primato che aveva già indossato lo scorso anno dopo il cronoprologo, vinto per appena 1/100 di secondo, ma che oggi ha un sapore del tutto diverso perché rappresenta un più che credibile guanto di sfida lanciato a Nairo Quintana, il vincitore designato alla vigilia. Il primo doppio confronto va nettamente al passista di Maastricht che domenica ha sì concesso 24″ allo scalatore sulle durissime rampe del Blockhaus, ma che si è rifatto oggi con gli interessi, infliggendo allo scalatore colombiano un passivo di ben 2’53” in 38 ondulati chilometri. Nonostante manchino ancora tantissime montagne ed il Giro non sia nemmeno a metà del suo percorso, sarà davvero dura per Quintana recuperare i 2’23” che lo separano da Dumoulin, che dalla sua parte avrà anche la cronometro conclusiva di quasi 30 chilometri da Monza a Milano.

Una giornata estremamente positiva per l’Olanda, che oltre alla “Farfalla” ne piazza altri due nei 10, con Jos Van Emden ottavo e Bauke Mollema decimo, un piazzamento che vale a quest’ultimo il terzo posto in classifica generale. Ottima anche la prestazione di Geraint Thomas, lo sfortunato capitano del Team Sky caduto domenica prima ancora di iniziare la scalata al Blockhaus: con il secondo posto di oggi recupera tantissime posizioni, risalendo all’undicesimo posto della classifica ed in qualche modo riaprendo il suo Giro. Più che discreta la prova di Vincenzo Nibali, sesto e il migliore degli italiani che paga un paio di minuti al vincitore, ma recupera quasi un minuto a Quintana e mezzo minuto a Thiebaut Pinot oggi diciannovesimo.Ora lo “Squalo” è quinto in classifica generale, a 2’47” da Dumoulin e solo a 24″ da Quintana secondo, con il podio ancora ampiamente alla sua portata.

11^ Tappa: Firenze – Bagno di Romagna (km 161)

Tappa impegnativa che si dipana sull’Appennino Tosco-Romagnolo, da Firenze (località Penta a Ema, paese di Gino Bartali) a Bagno di Romagna con il “trabocchetto” Monte Fumaiolo nel finale. L’arrivo sarà in discesa, particolarmente adatto a colpi di mano, sia in chiave vittoria di tappa (probabile il successo di una fuga da lontano) che per la classifica generale.


Foto di Tim de Waele / TDWSports.com tratta dal sito www.cyclingnews.com

Leave a Reply