Destrotennis: Fognini, Nadal e la follia dei numeri uno

Destrotennis: Fognini, Nadal e la follia dei numeri uno

Strepitoso il ligure, grande campione il maiorchino e grande delusione per l’ennesimo flop della Kerber.

Destrotennis: Come anticipammo ieri, per Fabio poteva essere l’occasione e il momento giusto per battere il campione uscente e numero uno del ranking mondiale. E così è stato.

Andy Murray non è in un grande stato di forma e questo era il momento giusto per affrontarlo e batterlo. Certo ci voleva concentrazione e calma ed una buona tenuta atletica ma non era un ostacolo così insormontabile.

Dedica per la Pennetta, foto by SKYSport

Fabio ha approcciato la gara, subito, nella maniera giusta facedo capire che la serata era quella giusta. Pronti via ed è subito 4-0, con lo scozzese incapace di reagire sotto i colpi del nostro tennista. Due set conclusisi in maniera veloce e netta. 6-2 6-4 per l’italiano che ha avuto solo un’attimo di tentennamento sul 51 del secondo set. Ma poco importa, quando Fabio è in serate come questa può permettersi anche queste cose.

Ora agli ottavi incontrerà il grande talento Zverev. Partita tosta perchè il tedesco è in ottima forma e darà vita dura al nostro tennista. Speriamo in un’ulteriore miracolo. FORZA FABIO!

Detto dell’addio al torneo del numero uno maschile, parliamo ora della sconfitta della numero uno femminile. La Kerber, infatti, anche lei saluta il pubblico del Foro Italico. In meno di un’ora si fa sopraffare 6-4 6-0 dalla tennista estone Kontaveint, entrata nel torneo passando per le qualificazioni.

Insomma nel giro di pochi giorni il torneo saluta i numeri uno delle classifiche mondiali, lasciando strada ai cosidetti “vecchietti”. La Williams e Nadal, sembrano abbiano strada abbastanza facile, ora che i favoriti del torneo sono stati eliminati.

E a proposito di Nadal, dobbiamo dire che ha dimostrato, ancora se ce ne fosse bisogno, di che campione è sia dentro che fuori dal campo. Infatti, durante l’incontro con il connazionale Almagro, Rafa vedendo il rivale in difficoltà lo ha aiutato sincerandosi anche delle sue condizioni, accompagnandolo per un tratto fin fuori dal terreno di gioco. Sono piccoli gesti che fanno grande un campione.

Leggi anche…..DESTROTENNIS: FOGNINI CHE VUOI FARE DA GRANDE?

 

 

Leave a Reply