Fabio, c'est magnifique !

Fabio Aru a Peyregudes

Fabio, c’est magnifique !

TOUR DE FRANCE 2017 – Romain Bardet si aggiudica il durissimo tappone pirenaico, Fabio Aru è terzo e strappa la maglia gialla a Chris Froome

Se è vero che la prima volta non si scorda mai, Fabio Aru ieri ha scritto una pagina indelebile della sua storia di uomo e atleta, andando ad indossare la sua prima maglia gialla in carriera, dopo che la settimana scorsa aveva conquistato la prima vittoria di tappa alla Grande Boucle. Il “cavaliere dei quattro mori” non si è fatto schiacciare dalle aspettative e dal ruolo di avversario designato che lo stesso Chris Froome gli aveva assegnato alla vigilia del tappone pirenaico, quello dei 6 gpm con l’arrivo al 16% sulla durissima rampa del Peyregoudes.

Dopo tante giornate di attesa, trascorse con tappe piuttosto noiose che hanno messo in evidenza lo strepitoso Marcel Kittel, finalmente una frazione spettacolare ed estremamente combattuta. Ben presto è partita la fuga di giornata, animata dai velocisti, tra cui lo stesso Kittel, interessati ai punti in palio al traguardo volante, ma nella quale si sono abilmente inseriti anche veri e propri specialisti della fuga come Thomas De Gendt e Stephen Cummings, che però nulla hanno potuto quando lo squadrone del Team Sky ha iniziato a fare sul serio. In particolare, sono state le inesorabili azioni di Vasil Kiriyenka sul Port de Bales e di Michal Kwiatkowsky sul Peyressourde ad annullare ogni sogno di vittoria dell’avanguardia e stroncare sul nascere le velleità di eventuali attaccanti.

I fuochi d’artificio sulla salita conclusiva, cortissima, appena 2,5 chilometri, ma estremamente duri con il rettilineo finale di 600 metri al 16%. E’ proprio lì che Fabio Aru ha portato il suo attacco alla magia gialla, mettendo alle corde Chris Froome incapace di reagire allo scetto del capitano dell’Astana. Il solo Romain Bardet ha tenuto la ruota del sardo, nel finale saltato anche da Rigoberto Uran dopo aver dato davvero tutto per mettere tra séd il leader della corsa i secondi necessari per strappargli il simbolo del primato. Alla fine il divario tra i due è stato di 20″, più i 4″ di abbuono presi da Aru che gli consegnano una bellissima maglia gialla ! Fabio, c’est magnifique !

Qui il racconto e l’ordine di arrivo della 11^ tappa >>> Diventano cinque le vittorie di Kittel, ormai leggenda del Tour


Foto Getty Images Sport tratta dal sito www.cyclingnews.com

Leave a Reply

*