Kristoff beffa Viviani nel Campionato Europeo UEC

Podio Europeo UEC

Kristoff beffa Viviani nel Campionato Europeo UEC

CAMPIONATO EUROPEO UEC – Appena 2 centimetri, dopo 240 chilometri di corsa, è quel che separa Elia Viviani (ITA) dal vincitore Alexander Kristoff (NOR)

Una beffa. Non ci sono altre parole per descrivere ciò che ha vissuto Elia Viviani nel finale del 2° Campionato Europeo su Strada Elite organizzato dalla UEC a Herning in Danimarca. Solo il fotofinish è stato infatti in grado di separare il campione olimpico dell’omnium a Rio 2016 dal vincitore, il norvegese Alexander Kristoff. Non c’è nulla di disonorevole, né di strano, nel perdere da un campione come il portacolori della Katusha che in carriera ha già vinto molto e bene (tra le altre, la Milano-Sanremo ed il Giro delle Fiandre), ma è il modo che probabilmente non farà dormire il bravo Elia: appena 2 centimetri dopo aver dovuto compiere un vero e proprio slalom ed essere passato radente alle transenne per la manovra, corretta ma al limite del regolamento, dello stesso norvegese.

Una vittoria che la nazionale norvegese ha meritato, soprattutto per l’azione in contropiede nel finale dell’altra punta nordica, Edvald Boasson Hagen che ha costretto la nazionale italiana ad inseguire e a disunirsi prima del previsto, lasciando invece tranquilli i compagni di squadra e lo stesso Kristoff. Un’Italia ben messa in strada dal CT Davide Cassani, tutta arroccata attorno allo sprinter del Team Sky che non ha tradito le attese seppur “solo” medaglia d’argento. Terzo nella concitata volata, che ha visto anche una brutta caduta attorno alla quindicesima posizione, l’olandese Moreno Hofland che si mette così al collo un importante bronzo. L’esito finale conferma che il percorso preparato dalla UEC in Danimarca è stato fin troppo semplice, senza difficoltà altimetriche ed il solo vento come avversario dei corridori.

Nell’albo d’oro della giovanissima manifestazione, giunta solamente alla seconda edizione, Alex Kristoff succede a Peter Sagan che lo scorso anno in Francia ha indossato la prima maglia di campione d’Europa che, però, non indossava, visto che già si fregiava di quella di campione del mondo. Nella prova femminile altro argento per l’Italia, conquistato da Giorgia Bronzini che ha ceduto l’oro a Marianne Vos (NED) dopo una volata a tre che ha visto terza la russa Olga Zabelinskaya ed il gruppo a 15″.


Immagine tratta dal sito www.uec.ch

Leave a Reply

*