MAGICA DEA, ''MANITA'' AL (POVERO) CROTONE!

MAGICA DEA, ”MANITA” AL (POVERO) CROTONE!

Surclassati i calabresi con un netto 5-1 all’Atleti Azzurri. Ottima prestazione per l’Atalanta, contro un avversario rivelatosi forse più mediocre del previsto.

Dopo l’opaca prestazione contro il Chievo (ma ci stava, dopo la straordinaria impresa di Reggio Emilia giovedì scorso contro l’Everton), serviva un solo risultato per la Dea: la vittoria. Vittoria che è arrivata… ed altrochè se è arrivata! Era la partita giusta anche per testare alcuni giocatori, come per esempio Ilicic, che non aveva ancora rispettato a pieno le attese. Attese che, questa volta, non ha smentito, anzi. Per distacco il migliore in campo, Ilicic si è messo in mostra con un gol (molto bello) e con 2 grandissimi assist. Fondamentale puntare su questo giocatore, che ha una qualità assolutamente e può fare la differenza in qualsiasi momento. Ottima, come al solito, la prestazione del Papu Gomez, autore di 2 gol (uno dal dischetto). Da sottolineare anche un’altra ottima prestazione di un giocatore spesso criticato, Andrea Petagna. Un giocatore che non non sarà un grande bomber, ma dà un aiuto alla squadra come pochi sanno fare (e la partita contro gli inglesi di settimana scorsa dice tutto). Col Crotone è anche riuscito a trovare la via del gol, confermandosi uno tra gli atalantini, in questo momento, più in forma. VAI ANDREA, SIAMO CON TE! Alla faccia dei criticoni…

Sull’andamento del match, non c’è molto da dire. 90 minuti a senso unico, fin dai primi minuti, con l’Atalanta che parte a razzo e trova subito il vantaggio con Petagna su meraviglioso assist di Ilicic. Non passa molto, e arriva il raddoppio di Caldara. E a seguire la fantastica serpentina di Ilicic, che conclude una grande azione in rete. Primo tempo stradominato che finisce 3-0. Nella ripresa atteggiamento logicamente più prudente dei nostri, che comunque sfiorano in più occasioni il 4-0, che arriva con Gomez (di nuovo su assist di Ilicic). Nel finale, Caldara (già in gol) si procura un rigore, che il Papu trasforma calciando morbidamente centrale. Gol della bandiera per il Crotone con Tumminello, ma cambia poco. Ingresso nel finale per Orsolini che avrebbe trovato il suo primo gol in A, solo se il VAR non l’avesse annullato.

7 giorni molto positivi per la Dea, per i suoi tifosi e per tutta Bergamo. 3-0 contro l’Everton e 5 reti ieri sera. In mezzo, il pareggio a Verona che comunque non è un risultato da buttare. E proprio quest’aria di entusiasmo quell’arma in più. Entusiasmo creato in primis dal gruppo, ovvero dal mister e dai giocatori. C’è un affiatamento incredibile, elemento indispensabile se si vuole far qualcosa di grande. Se poi il pubblico (Curva Nord e non solo) danno un’ulteriore spinta, beh, è perfetto! Ed è proprio il nostro caso. Uniti, sempre, per superare qualsiasi ostacolo, grande o piccolo che esso sia. E che siamo sulla strada giusta, lo dicono prestazioni e risultati. Continuiamo così! Forza Atalanta!

 

Leave a Reply

*