ABBRACCIO ROSSONERO: SCACCO MATTO IN CASA MILAN

ABBRACCIO ROSSONERO: SCACCO MATTO IN CASA MILAN

Il Milan, fino a questo momento, sta deludendo le aspettative di inizio stagione. Meno punti dell’annata appena passata, gioco ancora più inesistente e un clima tutt’altro che sereno stanno accompagnando il Diavolo verso il Derby di Domenica sera

Il Milan di Vincenzo Montella si trova già davanti ad un bivio a metà Ottobre. Perdere contro l’Inter potrebbe far precipitare ulteriormente la situazione: classifica imbarazzante e scontri diretti persi,tutti, contro avversari non da retrocessione. In quel caso ci sarebbe da preoccuparsi seriamente prendendo provvedimenti. Chi pagherebbe? Ovviamente il Mister, come in tutti questi casi in cui la squadra figlia di investimenti importanti non gira come dovrebbe. Certamente sono supposizioni, ma vedendo l’andamento dei ragazzi fino a questo momento, non è nemmeno troppo lontana come ipotesi e va tenuta in considerazione per provare ad usarla come motivazione a far meglio, ad esprimersi al massimo tirando fuori i famosi “attributi”, che mai si sono visti in questa prima, pessima, parte di stagione.

Abbiamo cambiato tanto, è  quindi normale aspettarsi pochi risultati

Inutile nascondersi dietro alla solita, patetica scusa di aver cambiato tanto sostituendo quasi l’intera rosa. Quello che manca, oltre al gioco e ad idee concrete è la parte agonistica. I giocatori di questo Milan sembrano entrare in campo per sbaglio. Mi spiego meglio: bravi a parole e sui social nel caricarsi e nel tenere alta la tensione, ma non appena mettono piede in campo, si sciolgono come neve al sole. “Mangiati” anche, a livello agonistico, da avversari di bassa leva in Europa League. Capire le cause e trovare delle soluzioni a questa pochezza fisica è forse più importante che continuare a scervellarsi nel provare a cambiare modulo, giocatori e via dicendo. Se non corri c’è poco da fare, non puoi giocare nemmeno a freccette al bar, ma sembra che in pochi se ne accorgano.

Il Milan chiama a rapporto Suso e Bonaventura

Suso dopo il gol per il Milan nel derby

Sicuramente, tra quelli che fino ad ora hanno deluso maggiormente, troviamo senza ombra di dubbio sia Suso che Jack. Le colpe di questo fallimento vanno però divise tra i due giocatori e Montella, quest’ultimo mai in grado di trovare loro una posizione definitiva in campo mettendoli, dovesse servire, anche in porta pur di farli giocare. Così non serve a niente Vincenzino, devi dar loro un’impronta di gioco e farsì che possano crescere in quel ruolo con una precisa metodologia. Continuare a cambiare non serve e li hai fatti regredire, a livello prestazionale, di almeno due stagioni. Siamo passati dall’avere due leader di spessore, ad avere due zavorre dal contratto d’oro a cui va velocemente trovata un’ubicazione in campo.

Speriamo possa il derby ridonare loro quell’inventiva e quella carica agonistica da trasmettere a tutti i compagni. Recuperare due elementi come Bonaventura e Suso sarebbe di vitale importanza per il successo della stagione in corso! Avanti Milan, sbanchiamo SanSiro e facciamo ammattire i cugini!

 

 

Leave a Reply

*