Il Pagellone Rossonero: la "BBC" Rossonera stende la Spal

Il Pagellone Rossonero: la “BBC” Rossonera stende la Spal

Quarta vittoria in cinque gare per il Milan di Gattuso siglata BBC. A questo punto è lecito parlare di rinascita, ma come predica il buon Ringhio, andiamoci piano. Da qui in avanti, per il prossimo mese, ci aspettano una serie di partite fondamentali che peseranno correttamente il reale potenziale della squadra. Si inizia con il Ludogorets, continuiamo con la Samp per poi trovare Roma e Inter. Dire che saranno quattro partite fondamentali, è pura retorica.

Finalmente crediamo in noi stessi

Tutta la gioia di Cutrone

Quantomeno arriviamo a queste sfide con una nuova consapevolezza dei propri mezzi e una preparazione atletica che, se prima era totalmente inadeguata, ora fa quasi invidia alle avversarie. Anche contro la Spal abbiamo potuto apprezzare una rabbia e una carica mai vista fin dal primo minuto di gioco con ritmi alti per tutta la partita e pressing portato fin dalla tre quarti avversaria. Sono tutti segnali che finalmente siamo una squadra che sa reagire e sa interpretare le partite nel giusto modo. Chi credeva che con Gattuso saremmo diventati come dei “cani idrofobi” deve ricredersi. Il buon vecchio Ringhio ha portato anche ordine in campo e negli spogliatoi, un senso di appartenenza che  non si vedeva da 10 anni e soprattutto ha creato un gruppo unito di ragazzi: ingrediente fondamentale per amalgamare dei ragazzi giovani e che insieme, han giocato meno di 20 partite.

Anche sotto il profilo tattico non siamo solo difesa e contropiede, anzi. Per molti, il nostro nuovo Mister, non sarebbe stato in grado di dare un gioco a questa squadra. Niente di più sbagliato. E’ proprio con Gattuso che abbiamo trovato un sistema efficiente difensivo e una nuova velocità di manovra, oltre che una predisposizione al giocare, appena possibile, in maniera verticale. Spiace dirlo perché criticare i predecessori senza che possano replicare non è corretto, ma con Montella, tutto quello che Ringhio ha fatto, non si è mai visto.

Inutile negarlo, abbiamo recuperato numerosi giocatori che fin qui sembravano smarriti: Calhanoglu, Biglia, Calabria, Bonaventura e ci metto anche Bonucci. Questa cosa è fondamentale. La nostra resurrezione deve, per forza di cose, passare dai piedi e dalle giocate di determinati giocatori. Se poi queste giocate vengono concretizzate come spesso e volentieri fa Cutrone, beh, direi che siamo proprio sulla strada giusta.

Il prossimo obbiettivo di Gattuso dev’essere quello di dare nuova linfa anche a Silva e Kalinic. Anche se quest’ultimo, a cui è appena stata diagnosticata la pubalgia, non avrà vita facile.

Vediamo, invece, come si sono comportati i nostri beniamini contro la Spal:

Donnarumma: 6 – Poco chiamato in causa, sbriga bene un paio di mischie in area. PRESENTE

Abate: 5,5 – Ignazio, dietro sai difendere, va bene. Datti però una sveglia in avanti. Con te in campo i cross dalla destra sono zero. INOFFENSIVO

Bonucci: 6,5 – Pochi patemi per il Capitano. Ingaggia un duello con Antenucci e svolge bene il mestiere. SAGGIO

Romagnoli: 6,5 – Mezzo assist per Cutrone sullo stacco di testa respinto dal portiere. Sempre elegante, pecca qualche volta per troppa sicurezza nell’impostare. Crescita comunque costante. SICUREZZA

Rodríguez: 6 – Anche lui, come Abate, non spinge nemmeno se glielo chiedi in cinese. Bene in difesa, ma troppo scolastico. LIMITATO

Kessiè: 6 – Mezzo punto in meno per l’ammonizione che gli costringerà a saltare la Samp. Partita di spessore e onnipresenza, cresce ogni match. MONSTRE

Biglia: 6,5 – Finalmente Lucas! Sigillo sulla partita a modi biliardo. Regia pulita e ordinata, a volte forse un po’ lenta, ma iniziamo ad esserci. BBC. FELLINI

Bonaventura: 5,5 – Un po’ assente. Deve imparare a limitare queste giornate in black-out. Fatto questo, si parlerà di un campione. VOLITIVO

Suso: 6,5 – Ripetitivo. Oggi, però, la monotonia ha portato i suoi frutti. Ogni cross un pericolo. JOLLY

Cutrone: 8 – Vederlo con la palla tra i piedi non ti fa cer2to emozionare, ma la cattiveria in area e il saper sempre essere nel posto giusto al momento giusto, fanno la differenza tra una punta ed un rapace. I binari son quelli giusti. Continua così Patrick. BBC. AVVELENATO

Borini: 6,5 – Entra per gli ultimi 5 minuti e mette in “saccoccia” una gran rete che sigla il poker rossonero e sigla la vittoria sotto il segno della BBC. Bravo Fabio, te lo meriti tutto. OPERAIO

Montolivo: 7 – Anche lui entra per pochi minuti ma regala un assist al bacio per Borini. Bravo Riccardo, come sempre dimostri tutto il tuo valore. CAMPIONE

Silva: 5,5 – Solito ingresso. Speriamo possa farsi valere nel suo habitat europeo già contro il Ludogorets, altrimenti son guai. ENIGMA

Gattuso: 7 – Dodici punti su quindici nelle ultime cinque gare. Altro da dire? MAESTRO

 

 

 

Leave a Reply

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.